sabato 25 febbraio 2012

BUON PRIMO COMPLEANNO TROUBLE!!!

Ciao a tutti, dovete sapere che la mia mamma non è immune all’influenza. Io sono convinta che lei è una supermamma con il mantello e riesce a fare tutto, ma tutto tutto e invece delle volte anche lei si prende una pausa e la trascorre in compagnia di una montagna di fazzolettini di carta che, almeno in quel caso, non sono destinati a strofinare qualche parte di me… Uuuuuhhh ma, cambiando discorso, oggi faccio una chiacchierata con un mio amichetto che sta all’estero. E in un bellissimo posto per giunta. Chissà che la mamma mi porti presto a trovarlo. Si chiama Trouble che, in italiano vuol dire danno…e oggi è davvero una giornata specialissima per lui!!!
- Ciao Trouble, intanto devo dirti che ti darei un baucino sul tartufotto, perchè sei uno splendore… raccontaci la tua storia.
Ciao amica italiana, io sono nato in un allevamento a Playa del Carmen, sai dov’è? In Messico e, per essere più precisi, lungo la costa caraibica. Insomma sto al mare e qui, oltre ai messicani, ci sono tantissimi italiani come il mio papà Nicola. Quando avevo 3 mesi mi hanno portato in un negozio di animali e lì papà è venuto a scegliere il suo pelosetto, insieme a colei che sarebbe diventata la mia mamma, Cindey. Beh, pensate che mi avevano messo nella stessa cuccia di un pitbull e quando ho visto i miei umani che ho fatto? Gli ho morso le orecchie, gli sono saltato in groppa e, da lì mi sono lanciato tra le braccia del mio papà! 
- Ma, mi sa che oggi è…..
Sì Frida oggi compio la bellezza di un anno!!!! FFFFfffffffff ecco, spenta la candelina! Sai non sono mica cambiato, sono ancora un cucciolotto, piccolo, grazioso e giocherellone. Non mi va mica tanto di crescere…
- Hai un bel carattere?
Sì sono tanto affettuoso, anche se posso diventare cocciuto e un pochino dispettoso. Ma mi si perdona tutto… sono così caruccio!!! Nessuno può resistere al pelo più liscio e brillante di tutta Playa del Carmen!
- Com’è la città in cui vivi?
Direi che è ok. Fa sempre caldo, magari d’estate anche troppo per i miei gusti. Purtroppo però ci sono pochi alberi e non c’è neppure un parco per correre sull’erbetta fresca… per questo motivo non ho molti amici.
- Cosa trovi nella ciotola?
La ciotola è sempre full di crocchette, anche se a volte preferirei trovarci una bistecca succulenta. Se proprio sono bravo bravo, alle volte un po’ di carne me la passano!
- Il tuo giocattolo indispensabile?
Un osso, anzi tanti ossi, perché me li pappo e gli umani devono ricomprarli ogni due giorni…
- Dove dormi?
Ehm, dovrei dormire nella cuccia ma, dopo l’ultima volta che me la sono mangiata tutta, non me ne hanno comprata una nuova quindi mi tocca proprio dormire nel lettone con mamma e papà. Lo faccio soprattutto per loro che così non devono spendere altri soldini. Mi sacrifico… 
- E cosa sogni?
Di trascorrere più tempo con i miei umani perché lavorano tanto e magari di avere anche una spiaggia o un parco dove correre libero, con le orecchie all’aria.
- Il tuo compito quotidiano?
Oltre a mangiare l’osso, svegliare papà quando dorme, andare a passeggio e giocare con lui. 
- Abbai molto?
Nooo, non ringhio e non abbaio spesso, tranne quando qualcuno si avvicina alla porta di casa oppure ai gatti che non mi lasciano dormire in pace la notte.
- Trouble, hai fatto, ehm qualche danno?
Mi chiamo proprio così, direi che i peggiori guai li ho passati quando ho mangiato le scarpe da lavoro della mamma e quando ho mangiato il cavo della televisione (l’ho fatto perché senza la tele giocano di più con me… sono un furbone…)
- Hai già viaggiato?
Uh sì in auto e, anche se non si dovrebbe, adoro mettere la testa fuori quando il finestrino è abbassato (ma non lo fate perché è pericoloso e ci si ammala alle orecchie!)
- E quando la mamma e il papà mangiano tu che combini?
Salto, salto e salto ancora, come un matto, finchè non mi arriva un boccone buono. E, sapete una cosa? Funziona! Papà è il più generoso. La mamma si fa rispettare di più e io l’ascolto sempre. La adoro. Anche papà lo adoro. Li adoro tutti e due.
- Come sono i vet messicani?
Aiuto, hai detto veterinario? Noooo, tragedia. Soprattutto quando mi vuole tagliare le unghie, piango come se mi strappasse la pelle. Uso la stessa rumorosa tattica anche in caso di bagnetto.
- Il messaggio ai tuoi amici pelosetti italiani e agli umani.
Hei amici cani, fatevi amare e date tanto tanto amore, evitate capricci e dispetti che non portano a buoni risultati. Agli umani dico che devono volerci tanto bene, dedicarci un po’ di tempo in più e non occorrono altri regali. All we need is love!

2 commenti:

  1. Ma che bel combinaguai!!! :D bauguri in ritardissimo Trouble!!

    RispondiElimina